TRADUTTORI SI DIVENTA – Fare networking | Intervista a Valeria Aliperta

foto Valeria

 

In attesa del nostro corso on line per traduttori alle prime armi, che partirà il 14 ottobre prossimo, abbiamo intervistato Valeria Aliperta, docente della lezione II del modulo dedicato al marketing e all’autopromozione.

Buona lettura!

 

 

 

Molti pensano erroneamente che il lavoro del traduttore sia un lavoro “solitario”, puoi spiegarci in poche parole l’importanza di fare networking?

Può decisamente esserlo. E a molti, ti dirò, piace che lo sia. Purtroppo (o per fortuna) sono un social animal e anche se volte tocco picchi di eremitaggio puro soprattutto dopo intensi periodo di eventi e conferenze, in genere ho bisogno di contatto e condivisione con altri – e non avendo colleghi nel termine più stretto, il networking aiuta. Il networking però va visto non solo come cura ai mali della solitudine! Innanzitutto è un termine moderno per una pratica centenaria: trovare clienti e contatti. Una volta nell’agorà, oggi su internet o ad eventi fisici, si conoscono, si cercano o ci si imbatte in contatti che da una cosa portano a un’altra e spesso e volentieri finiscono in business. Dagli eventi di networking non si esce sempre con un cliente in tasca, ma spesso con dei trampolini per conoscere altra gente che magari lo diventerà. E questa categoria include i colleghi, che ti passano lavoro o incarichi. People buy from people, come dicono.

Quali sono le tipologie di eventi a cui è fondamentale partecipare?

Ovviamente quelle del settore ma senza limitarvisi: le networking nights sono sempre più comuni – date un’occhiata a MeetUp, ad es. – e poi tutte quelle occasioni create da camere di commercio, associazioni di categoria del settore per cui si traduce o si lavora, e anche i lanci di prodotti vari. Ad un evento di Apple sulla moda ho conosciuto una stilista che mi ha approcciato chiedendo informazioni sulla traduzione del suo sito in varie lingue.

Hai qualche consiglio veloce da dare a chi è alle prime armi su come approcciare un cliente e farsi ascoltare?

Direi di andare dove i vostri clienti potrebbero riunirsi, partecipando e cercando di proporre loro un’idea che risolva un possibile problema. Insomma, fare della ricerca previa può aiutare a far capire ai potenziali clienti quali vantaggi trarre dalla traduzione. Ciò può essere in persona, via mail o via telefono… basta trovare il canale che più si addice a voi e al fine.

 

Informiamo che il corso on line TRADUTTORI SI DIVENTA è confermato. Le iscrizioni si chiuderanno il 6 ottobre, salvo si raggiunga prima il numero massimo.

Sono attivi gli SCONTI per gli allievi STL, gli iscritti alla GdTrad 2014 e gli UNDER 26 anni.

Informazioni a stl.formazione@gmail.com oppure al numero 347 3972992

Annunci