LUCCA COMICS & GAMES – STL AL TRANSLATION SLAM

di Chiara Serani14.10.01._ComNew__Via_al_Translation_Slam_INTERNA

Siamo state a Lucca Comics & Games per voi, per raccontarvi uno dei suoi eventi più interessanti e divertenti: il Translation Slam, concorso di traduzione di fumetti arrivato ormai alla sua terza edizione.

Organizzato da Lucca Comics & Games in collaborazione con Symmaceo Communications e Rizzoli-Lizard, quest’anno il concorso si è arricchito di una nuova lingua di partenza: il giapponese, che è andato ad affiancarsi all’inglese e al francese, lingue protagoniste delle precedenti edizioni. Tra le altre novità di quest’anno una sede molto bella e prestigiosa, il Complesso di San Micheletto, e la presenza femminile di due nuovi giudici proprio per la lingua nipponica, Midori Yamane (in abito tradizionale giapponese) e Susanna Scrivo. Gli altri giudici, presenti anche in passato, sono stati Fabrizio Iacona (per il francese) e Andrea Plazzi e Leonardo Rizzi (per l’inglese).

Anche stavolta il concorso ha richiamato moltissimi traduttori, sia affermati che alle prime armi, tanto che i posti a disposizione per la gara sono andati esauriti in pochissimi giorni; nonostante questo, abbiamo visto e incontrato molti aspiranti in lista d’attesa, presenti nel caso qualcuno degli iscritti rinunciasse all’ultimo momento. E c’è da dire che in effetti, oltre al piacere della competizione intellettuale, il Translation Slam offre un’opportunità quasi unica: la possibilità di vincere l’assegnazione di un lavoro di traduzione per la pubblicazione di un volume a fumetti per ciascuna lingua. Si tratta quindi un’occasione da non perdere, soprattutto per professionisti e appassionati del settore. Terminata la competizione, entro il 20 novembre conosceremo i nomi dei vincitori e certamente vi terremo aggiornati in proposito.

Certo, lo ammettiamo, per noi è stata anche e soprattutto l’occasione per salutare proprio Andrea Plazzi e Leonardo Rizzi, già docenti di STL nel seminario di Traduzione di fumetto della scorsa primavera (ma, con gran piacere, abbiamo inaspettatamente incontrato anche alcuni dei nostri allievi!). Un seminario che ha ottenuto il vostro favore e riscosso un grande successo, e chissà che in futuro non possa ripetersi, magari con qualche sorpresa che potremmo avere in serbo per voi… Continuate a seguirci e lo scoprirete!

 

Annunci